X-Green – Integrazione Vi.Vi.Fir

La funzionalità dedicata alle aziende che desiderano emettere formulari in formato A4 e identificare i propri documenti attraverso un QR code univoco.
Il servizio, messo a disposizione attraverso l’App X-Green consente di interfacciarsi con la Camera di Commercio, previa registrazione, per accedere in modo automatizzato al servizio Vi.Vi.Fir. Il servizio di vidimazione virtuale del formulario ( Vi.Vi.Fir. ) permette a imprese ed enti di produrre e vidimare autonomamente il formulario di identificazione del rifiuto senza alcun costo di emissione.

Accesso al servizio
Il rappresentante dell’impresa, si autentica mediante identità digitale (CNS, SPID, CIE) sul portale della CCIAA e indica l’impresa per conto della quale intende operare. Una volta inseriti i dati anagrafici può richiedere le credenziali tecniche per autorizzare l’autenticazione automatica di X-Green – Integrazione Vi.Vi.Fir..
Vi.Vi.Fir al momento della registrazione genera, su richiesta degli utenti, uno o più “fascicoli virtuali”, identificati da un codice univoco, ai quali sono poi associati i numeri identificativi univoci da riportare sui formulari. Il vantaggio di utilizzare l’integrazione di X-Green è che il titolare non è costretto ad operare in prima persona o delegare formalmente una persona che ogni volta dovrà autenticarsi attraverso una autenticazione forte, ma sarà l’App X-Green ad accedere in automatico al sistema.

Vidimazione
L’utente potrà richiedere la produzione del numero univoco da riportare sul proprio formulario di identificazione del rifiuto, in sostituzione della vidimazione digitale, attraverso X-Green – Integrazione Vi.Vi.Fir.. Interfacciandosi ai servizi applicativi, X-Green si autentica con le credenziali tecniche e richiede l’emissione dell’identificativo univoco da riprodurre sul formulario. I FIR in formato PDF prodotti attraverso X-Green – Integrazione Vi.Vi.Fir. contengono l’identificativo univoco in chiaro e riportano nel QR code tutte le informazioni estese che sono contenute nell’identificativo stesso.

Riferimenti di legge
Di seguito si riporta quanto stabilito dall’articolo 193 del D.lgs. 152/2006 che disciplina i formulari di identificazione del rifiuto, nella nuova formulazione introdotta dal D.lgs. 116/2020
“Fino alla data di entrata in vigore del decreto di cui all’articolo 188-bis, comma 1, in alternativa alle modalità di vidimazione di cui al comma 3, il formulario di identificazione del rifiuto può essere prodotto in format esemplare da stamparsi e compilarsi in duplice copia conforme al decreto del Ministro dell’ambiente 1° aprile 1998, n. 145, identificato da un numero univoco ottenuto tramite apposita applicazione raggiungibile attraverso i portali istituzionali delle Camere di Commercio. La medesima applicazione rende disponibile a coloro che utilizzano propri sistemi gestionali per la compilazione dei formulari, un accesso dedicato al servizio anche in modalità telematica al fine di consentire l’apposizione del codice univoco su ciascun formulario.”

Funzionalità dell’App
• Gestione delle numerazioni per sede di competenza
• Gestione della Vidimazione Virtuale
• Gestione della Scorta
• Feedback di conferma di avvenuto utilizzo
• Feedback di annullamento del formulario

Utilizzo
• Il Formulario Vi.Vi.Fir viene stampato in duplice copia
• Una copia rimane presso il produttore e l’altra copia accompagna il rifiuto fino a destinazione.
• Il trasportatore trattiene una fotocopia del formulario compilato in tutte le sue parti.
• Gli altri soggetti coinvolti ricevono una fotocopia del formulario completa in tutte le sue parti.
• Le copie del formulario devono essere conservate per tre anni.

Richiedi maggiori informazioni su VI.VI.FIR