Tramite Ecos è possibile impostare dei limiti (PROGRESSIVI o ISTANTANEI) di gestione rifiuto associati ad una autorizzazione e, di conseguenza, monitorarne periodicamente l’andamento.
La procedura di caricamento ed impostazione dei limiti viene eseguita nella scheda AUTORIZZAZIONI. Dopo aver implementato i campi comprendenti i dati generali dell’autorizzazione (vedi blog – ECOS BASE: Creazione nuova autorizzazione) e caricato i rifiuti autorizzati, è possibile inserire i criteri di limite desiderati.
1. Nella scheda Limiti Quantità compilare i campi richiesti secondo le modalità riportate di seguito:

Codice: inserire un codice identificativo del limite impostato.
Descrizione: denominazione estesa del limite impostato.
Tipo: indicare se si tratta di un limite PROGRESSIVO all’interno di un periodo, oppure ISTANTANEO per un singolo moviemento.
Periodo: per tipologie di movimenti PROGRESSIVI indicare il periodo sul quale impostare il limite (Annuale, Mensile, Settimanale, ecc.)
Azione: selezionando AVVISA, superato il limite impostato Ecos restituisce un messaggio di avviso, mentre impostando BLOCCA Ecos impedisce il salvataggio.
Q.tà massima (kg): inserire il quantitativo massimo di rifiuto gestibile in relazione all’autorizzazione indicata.
% avvertimento: indicare a quale percentuale rispetto alla quantità massima impostata si desidera che Ecos restituisca un messaggio di avvertimento.
Q.tà gicanza (kg): inserire eventuale giacenza di rifiuto presente in azienda.

2. Nella scheda Limiti Quantità – Condizioni è possibile selezionare dei criteri restrittivi secondo i quali applicare il limite impostato (es. si applica il limite per rifiuti aventi codice CER uguale/diverso a 15.01.01).

3. La scheda Limiti Quantità – Situazione permette infine di monitorare, in funzione dei movimenti caricati, l’andamento delle quantità di rifiuto gestite relazionandole con il limite impostato.


Il monitoraggio delle autorizzazioni può essere effettuato anche attraverso le funzioni Stampe / Autorizzazioni del menu principale.

Le tre diverse tipologie di stampe proposte differiscono tra loro per quanto segue:

Monitoraggio: permette di controllare le scadenze delle varie autorizzazioni
Utilizzo: permette il monitoraggio dei movimenti suddivisi per AUTORIZZAZIONE e CODICE CER (NB. al momento della registrazione del movimento è necessario che sia presente un’autorizzazione valida, altrimenti il quantitativo di rifiuto non sarà presente in questo tipo di stampa)
Quantità autorizzate: permette il monitoraggio dei movimenti suddivisi per AUTORIZZAZIONE e LIMITE